Da Giovedì 1 a Domenica 4 Febbraio 2018

VAL MAIRA, CIASPOLE E LOCANDA

Quattro giorni nel profondo ovest piemontese in terra Occitana!

02 01 ValMairaInverno

Ci sono valli che per scelta non hanno voluto impianti sciistici di nessun genere dando più spazio agli escursionisti e a un turismo più dolce, ci sono valli che hanno scelto di puntare sull'ospitalità, sulla genuinità, sulla semplicità e sul far conoscere le loro tradizioni. Una di queste è la Val Maira. In estate è un pullulare di alpeggi e borgate in inverno si trasforma in un paradiso per ciaspolatori, scialpinisti e amanti dell'escursionismo invernale.

In questi quattro gustosi giorni pernotteremo in una deliziosa  struttura dove il pezzo forte sarà la cena. Ma non andiamo solo per la buona cucina occitana, ci sono le giornate di escursioni su sentieri innevati dove faremo il pieno di bellezza, neve, panorami e allegria scoprendo assieme un po' di natura e cultura locale.

Le ciaspolate sono con dislivelli compresi tra i 400 e i 700 metri su percorsi medio-facili, occorre solo un po' di abitutine e allenamento a camminare con gli "zatteroni". Per avere un metro di misura spannometrico sull'impegno fisico considera che 500 m di dislivello con le ciaspole corrispondono a circa 700 m di dislivello fatti su un sentiero estivo. Nulla di difficile occorre solo avere un po' di forma fisica e non provenire da un perido di inattività.

 

Sabato 23 Settembre 2017

ALPE DEVERO, L'ANELLO DELL'ALPE FORNO

Escursione tra laghi alpini e pascoli al cospetto della Punta d'Arbola

09 23 Devero Forno

Escursione in Piemonte!

Alpe Devero, una garanzia per l'escursionista! Eh sì il famoso alpe ci offre sempre delle ottime escursioni dalle più facili a quelle più complesse. Noi staremo nel mezzo, nè troppo banale e nemmeno difficile.

Attraverseremo un bel bosco di Larici per raggiungere la bella Crampiolo, saliremo al Lago di Devero battezzato come il piccolo Canada, lo costeggeremo tutto per poi salire ad altri splendidi laghi in un contesto naturale meraviglioso e interessante per poi scendere per un'altro sentiero compiendo un meraviglioso anello.

L'escursione non presenta particolari difficoltà, ha solo uno sviluppo chilometrico corposo, di circa 15 Km ma con un dislivello contenuto.

Domenica 24 Settembre 2017

AL RIFUGIO BERTACCHI PER GLI ANDOSSI

Un meraviglioso anello tra praterie alpine e antichi bacini glaciali

06 24 Bertacchi

Escursione in Lombardia!

Metti un bel anfiteatro rocccioso dove ai suoi piedi si estendono delle stupende praterie, metti dei laghetti alpini dove il cielo e le montagne si specchiano sulle sue acque e hai dipinto il paesaggio che vedremo in questo meraviglioso anello.

Partendo da Madesimo percorreremo un bel sentiero tra alpeggi e residui glaciali dove potremo ammirare il panorama verso le montagne della Val San Giacomo meglio conosciuta come Val Chiavenna, poi taglieremo sotto la bastionata rocciosa dello Spadolazzo per giungere sul finale al bel Rifugio Bertacchi anch'esso adagiato sulle rive di un lago.

Escursione poco difficile con dislivello contenuto e distanza chilometrica media. Per partecipare all'escursione occorre essere in buona salute e abituati a camminare in salita.

Sabato 7 e Domenica 8 Ottobre 2017

L'ANELLO DEL MOTTAC NEL PARCO NAZIONALE VALGRANDE

Due giorni di trekking nel mondo selvaggio e silenzioso a nord del Lago Maggiore

10 07 MottacPedum

Prima che la neve scenda (forse) e chiude le porte dell'alta Valgrande, andiamo a percorrere una due giorni fatta di faggi, praterie montante e creste panoramiche accentuati dai primi colori dell'autunno.

Caratteristica della Valgrande è la sua natura che ha ripreso i suoi spazi creando un mondo appartato e genuino che pur essendo vicino alle grandi città resta lontano e isolato dall'antropizzazione.

C'è di più pernotteremo in un bivacco estremamente panoramico ma con una sistemazione basic! Come tutti i bivacchi della Valgrande occorre un grande spirito di adattamento: si dorme a terra, non ci sono letti o comodini, non c'è il rifugista che prepara la cena e pulisce le stoviglie ma per quest'ultimo c'è la guida che provvede a tutto.

Il trekking prevede dei tratti lievemente esposti e sentieri poco visibili in alcuni punti, occorre essere abituati a camminare in montagna e su terreni sconnessi.

Per partecipare all'escursione occorre essere in buona salute ed abituati a camminare in montagna.

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80